Video content marketing: come realizzare contenuti video per la strategia digitale della tua azienda

Video content marketing: realizzare contenuti video coinvolgenti per la tua azienda

 

I video sono i contenuti di maggior successo tra tutti i canali digitali e le piattaforme social: aumentano l’engagement dei tuoi post, veicolano con facilità le conversioni da utenti a clienti, aiutano la crescita del tuo sito web migliorando il posizionamento sui motori di ricerca. Occorre, dunque, integrare la video content marketing all’interno della tua strategia digitale e tenere conto che esistono più tipologie di video da poter realizzare: dai video professionali e istituzionali ai video snack e fai da te.

realizzare video content

I numeri sul video content

In questo momento storico i video sono diventati fondamentali nelle strategie di digital marketing, in quanto sono i contenuti di maggior successo tra tutti i canali digitali e le piattaforme social. In un panorama sovraffollato di informazioni testuali e visive, i video rappresentano una modalità di comunicazione più immediata, accattivante e facilmente fruibile dall’utente.

Nell’ultimo report di WeAreSocial è stimato che il 92% degli italiani guarda video online. La fascia d’età degli utenti più attivi è 25-34 anni e sono per la maggiore di sesso maschile – gli uomini passano in media il 40% di tempo in più a guadare video rispetto alle donne. Dato ancora più interessante se si pensa che 9 italiani su 10 sono utenti internet, e che l’88% degli italiani effettua almeno un accesso al giorno alla rete.

La domanda di video è in costante aumento, come si evince dal report “State of Video Marketing”, pubblicato da Wyzowl a maggio 2021. Si evidenzia che una persona consuma in media 18 ore di video alla settimana, due in più rispetto al 2020. E CISCO prevede che nel 2022 il 79% del traffico web globale sarà rappresentato da video. Già ora sembra che il 78% del traffico dati tramite smartphone siano dovuti allo streaming di video. Nello specifico, in Italia, durante il 2020, gli utenti ha speso in media 3 ore e 40 minuti al giorno a guardare video sul web.

I numeri del video content marketing

Perché integrare le tue strategie digitali aziendali con i video

Se i dati mostrati sopra non ti hanno convinto che implementare una video content marketing nella tua social o digital strategy sia una mossa vincente, ecco altre buone motivazioni che ti spingeranno a realizzare video online per la tua attività.

  • Aumentano la visibilità online, i contatti e le conversioni: grazie a questi contenuti molti riconoscono che il traffico sul loro sito web è aumentato, così come le vendite e la lead generation. L’89% dei marketers si reputano soddisfatti del ritorno sull’investimento (ROI) e, di questi, il 99% affermano che continueranno ad usare strategie di video marketing. Coloro che non hanno ancora iniziato ad usarlo spiegano che sono frenati proprio dalla paura di non avere un ritorno, ma il 69% di loro dichiara che comincerà ad utilizzarlo entro fine anno. Secondo Optinmonster, i video ottengono il 66% di lead qualificati in più all’anno. Non solo, la stessa statistica dimostra che l’utilizzo di questi contenuti nel medio periodo fa registrare un aumento di notorietà del brand. Inoltre, il 93% dei marketer dichiara di aver convertito almeno un nuovo cliente grazie a un video sui social media.

 

  • I consumatori hanno espresso il desiderio di vedere sempre più clip dei loro brand preferiti. I consumatori non si dimostrano interessati solo all’ intrattenimento, anzi prediligono i video informativi e educativi. Ce lo confermano i dati Hubspot 2020: più del 54% dei consumatori vuole vedere più video dei propri brand preferiti.

 

  • Catturano l’attenzione dell’utente online: su qualunque piattaforma, questi formati sono il modo più efficace per catturare l’attenzione del tuo pubblico, che tende spesso a ignorare parte dei contenuti scritti o audio. L’utente è portato a compiere uno sforzo minore rispetto a quello necessario per leggere un articolo. Se ci fosse stato un video che spiegava tutto quello che stai leggendo in questo articolo, probabilmente avresti scelto di guardarlo piuttosto che leggere fino a qui.
  • Fidelizzano l’utente. I contenuti video sono caratterizzati da un approccio più umano e caldo, rispetto al contenuto scritto, che permette all’audience di immedesimarsi più facilmente e rafforzare così il legame con il brand. Ecco perché molti scelgono di coinvolgere il loro pubblico tramite campagne di video marketing chiedendo ai propri utenti anche di condividere video sui propri canali – si pensi alle challenge su TikTok -.

  • Influenzano maggiormente la decisione d’acquisto: un sondaggio, sempre condotto da Wyzowl, ha dimostrato che circa 8 su 10 utenti hanno acquistato un software o un’applicazione dopo aver guardato il video del brand. Addirittura, lo stesso Google ammette che influenzano gli utenti di internet, ricordando loro cosa devono acquistare e fornendo recensioni utili sui prodotti a cui sono interessati.

 

  • L’82% del traffico internet mondiale entro il 2022 arriverà dallo streaming e dal download video.

Tipologie di Video da utilizzare per la tua attività

A questo punto è evidente a tutti che il video è uno strumento di marketing altamente efficace e davvero irrinunciabile per la tua attività. Ma ci sono un’infinità di format video che si possono vedere online, ognuno con specifiche peculiarità e obiettivi diversi.

Iniziamo a dividere i video in due macrocategorie:

  • Professionali. Contenuti istituzionali realizzati da professionisti di strategie digitali e videomaker.
  • “Snakable” o “fai da te”. Clip che ognuno di noi, grazie a uno smartphone, riesce a realizzare. Video “cotti e mangiati”, adatti per le stories Instagram, per YouTube e Facebook.

Entrambe queste classi di video possono declinarsi in diverse tipologie di contenuti creativi:

  • Tutorial, che spiegano ai nostri utenti come realizzare o ideare qualcosa. Possono essere contenuti utili alla nostra fan base per raggiungere determinati obiettivi, possono essere fonte di ispirazione o creatività oppure esplicativi dei prodotti/servizi.

  • Le Interviste: contribuiscono a instaurare un dialogo con gli utenti. Che il protagonista sia un influencer, un membro della tua attività o un tuo cliente, questo tipo di video aiuta a rendere più “umana” l’immagine della tua attività.

  • Vlog: un video blog che racconta un’esperienza, che non per forza deve essere un’esperienza di viaggio o culinaria, ma potrebbe essere una sfilata di moda all’interno del tuo negozio di abbigliamento, la riparazione di una caldaia, o la manutenzione della moto o dell’auto.
  • Spot pubblicitari: uno degli strumenti audiovisivi più diffusi per la realizzazione di una comunicazione aziendale
  • Shoppable video: contenuti di alta qualità con fini commerciali. I video in questione migliorano l’esperienza di shopping online. Basti pensare ai video di presentazione degli abiti sulle app di Asos o Yoox: questo contenuto migliora la consapevolezza sul prodotto da parte dell’utente.

I canali digitali sui quali puoi utilizzare i video professionali e video fai da te

Siamo arrivati al punto di chiederci: quale piattaforma prediligere per il video content marketing?

  • I canali social: sono il canale digitale più idoneo a ospitare il formato video snack. Secondo le ultime statistiche, la piattaforma più popolare è YouTube, con circa 9 su 10 digital strategist che affermano di utilizzarlo per il video marketing (Wyzowl, 2021). Il gigante dello streaming video è seguito dal re dei social network, Facebook, e sorprendentemente, LinkedIn. Ancora non si conosce chiaramente l’impatto dei formati video REEL su Instagram, ma si prevede che possano ricoprire un ruolo di rilievo nel settore. Quali formati video utilizzare sui social? Social Insider (link esterno) ci suggerisce nel suo report aggiornato a luglio 2021 di utilizzare video fai da te di lunghezza compresa tra 2 e 5 minuti, con una caption breve e con formato verticale (creano più interazione rispetto agli orizzontali). Inoltre, è consigliato utilizzare le live.
  • I canali istituzionali: il sito web. Il sito web e i canali di marketing tradizionale (tv) sono canali che ospitano il video professionale. A differenza dei social, dove tutto è veloce e si esaurisce in fretta, il sito web ha una durata maggiore nel tempo, ecco perché un video realizzato da un professionista merita un posto sul sito o all’interno di una campagna pubblicitaria.

 

E tu, cosa pensi di fare rispetto a questo trend? Se sei interessato a saperne di più sui video puoi guardare gratuitamente i nostri webinar registrati  oppure contattaci per conoscere la nostra offerta sui video professionali!