SEO e Social Network: due mondi paralleli che si incontrano

SEO e Social Network: due mondi paralleli che si incontrano

Vi siete mai chiesti perché le persone usano i motori di ricerca e perché usano i Social Network?
La risposta è semplice: perché in entrambi i casi si cercano risposte a determinate domande. A domande però di natura diversa. Sui motori di ricerca gli utenti cercano risposte a domande in grado di soddisfare un bisogno immediato, sui social invece – luoghi differenti – vengono di norma proposte domande di curiosità e passatempo.

SEO e Social Network: due mondi paralleli che si incontrano

Si usa Google o qualsivoglia altro motore di ricerca per tre principali motivi:

  • Ricerche di navigazione: sono le ricerche di utenti che stanno cercando un brand, un’azienda, un prodotto specifico. Es. chi cerca la borsa di Prada vuole semplicemente andare sul sito di Prada.
  • Ricerche informative: tutte le ricerche svolte dagli utenti che vogliono approfondire un concetto, conoscere qualcosa, soddisfare una curiosità,e approfondire il senso più ampio del termine. Es. Come mai i gatti fanno le fusa?
  • Ricerche di transazione: quelle ricerche cohe hanno lo scopo di acquistare un prodotto o un servizio. Es. volo andata e ritorno per Barcellona.

I motori di ricerca sono importanti per quanto riguarda l’intercettazione delle ricerche degli utenti nel momento giusto e in un determinato istante: nel momento del loro bisogno.

I Social Network difficilmente vengono utilizzati per un motivo ben preciso, ma piuttosto per passare il tempo e vedere cosa gli altri fanno e dicono. Perché si ha  voglia di condividere un’esperienza, uno stato d’animo, un pensiero e di fermarlo nel tempo. In mezzo ai post dei nostri amici troviamo i post sponsorizzati che non è detto che possono interessare subito in quanto il momento è sbagliato. Infatti per questi non è affatto sicuro che l’utente accetti la proposta e ci clicchi sopra, ma resta il fatto che comunque abbiamo lasciato loro un ricordo che potrebbe riaffiorare nel momento del bisogno.

I due differenti comportamenti che abbiamo descritto rispetto ai motori di ricerca e ai Social Network sono molto diversi tra di loro, ma non per questo non possono viaggiare insieme. E quindi. in una strategia di web marketing, sono entrambi molto importanti. L’utente sui motori di ricerca esprime un bisogno esplicito, sui Social lo stesso utente manifesta un bisogno passivo.

Come unire i due mondi?

I fattori che incidono di più per il posizionamento sui motori di ricerca (SEO) sono due: i link e i contenuti. I link autorevoli, che non sono quelli che derivano dai Social Network in quanto hanno l’attributo “no-follow”, ovvero quel “comando” che dice agli spider di ignorare il collegamento rendendolo irrilevante sui risultati della SERP. I link autorevoli sono quelli che provengono da siti autorevoli e comunque ben allineati al nostro settore.
I due mondi apparentemente paralleli possono trovare un incontro tramite una strategia ad hoc. Rappresentando due (o più) canali diversi bisogna lavorare con loro in modo diverso ma complementare: con il social dobbiamo usare una strategia stimolante, che susciti curiosità ed ecciti il bisogno. Ciò che invece si cerca con la SEO sui motori di ricerca è semplicemente accrescere la visibilità, accrescere cioè la propria capacità di essere individuati come la soluzione ai bisogni del clienteper rendersi visibili nel momento in cui l’utente cerca una soluzione – spesso anche urgente – al proprio bisogno.

Di seguito tre diversi strumenti dove i due mondi possono trovare un incontro:

  1. Google My Business

La Google My Business viene mostrata nelle ricerche di Google locali insieme ad una mappa. Attivare ed ottimizzare la Google My Business con le giuste parole chiave e la sua descrizione appropriata significa avere maggiori possibilità di apparire nelle prime posizioni della serp.

  1. YouTube

YouTube è il secondo motore di ricerca più utilizzato ed è di proprietà di Google. Buona norma quindi ottimizzare il canale di YouTube e ottimizzare il video che si va a caricare in ottica SEO in quanto il social richiede titolo, descrizione, i tag e altre meta informazioni che rispecchiano il video in modo da inserirlo nella SERP.

  1. Pinterest su Google

Non tutti sanno che le immagini di Pinterest se ben caricate mettendo una descrizione SEO-friendly vengono indicizzate da Google e mostrate su Google Image quindi trovate nella SERP.

E Facebook? Facebook usiamolo per le inserzione a pagamento, stimoliamo l’utente e soprattutto usiamo gli strumenti che ci dà a disposizione per il nostro business: FanPage, Gruppi, Eventi, Marketplace, ma tutto fatto con una strategia di web marketing, non lasciate tutto al caso, una buona strategia porta ottimi risultati e non dimenticatevi la Call To Action (CTA).

Contattaci subito per scoprire le azioni più indicate per il tuo modello di business, pianificare le attività più idonee e renderti visibile al tuo pubblico con una strategia di digital marketing su misura.